Serie Maiden Lane: le Curiosità e i Romanzi della Famosa Saga Firmata Elizabeth Hoyt

Benvenute amiche! In questo articolo ho deciso di parlarvi della serie Maiden Lane, firmata dalla bravissima autrice Elizabeth Hoyt.

Devo confessarvi di non aver letto proprio tutti i romanzi che la compongono (anche se mi riprometto sempre di recuperare) ma posso assicurarvi che, dopo essermi imbattuta in uno di essi, non ho potuto fare a meno di continuare a leggerli, senza più perdermi un’uscita.

Maiden Lane: la Serie Ambientata nei Bassifondi di Londra, nella Metà del ‘700

Come ci racconta Elizabeth Hoyt nella pagina del suo sito dedicata alla sua famosa saga, la serie è ambientata a Londra intorno alla metà del ‘700, e precisamente nei decenni 1730/ 1740. Insomma, la stessa epoca in cui è ambientata la fortunata serie Malloren, della bravissima e indimenticata Jo Beverley.

In quest’epoca i nobili indossavano ancora parrucche,  si facevano portare in giro sulle portantine e gli intrighi politici erano all’ordine del giorno.

Nei quartieri più poveri della città, l’East End e St. Giles, le persone vivevano ammassate una sull’altra, in condizioni di estrema indigenza.

La rovina di molti di loro era costituita dal gin, che viene indicato come rovina blu. In un primo momento, sarà proprio questo il nemico che gli eroi delle nostre storie dovranno affrontare.

L’Arlecchino, il Gin e i Signori del Caos

All’inizio della serie è la figura dell’Arlecchino la vera protagonista. Si tratta di un uomo mascherato, considerato un fuorilegge, che si aggira per le strade di St. Giles.

Come vedremo nel corso della serie, più di un personaggio veste i panni del misterioso Arlecchino, lottando per riportare la giustizia in questi luoghi dimenticati da Dio.

A dargli la caccia è un tenace capitano dei Dragoni, il capitano Trevillion, che vedremo protagonista nell’ottavo romanzo.

Nella seconda parte della serie, il filo conduttore si fa più oscuro e scabroso, quando fanno la loro comparsa i Signori del Caos, una setta di nobili depravati dediti allo stupro e all’omicidio.

Gli eroi e le eroine dei romanzi successivi alla comparsa di questa oscura setta si ritroveranno a fare i conti con essa e a cercare di distruggerla.

Romanzi che si Leggono Tutti d’Un Fiato

Una volta che si è preso in mano uno qualsiasi dei romanzi che fanno parte della serie Maiden Lane, è davvero impossibile posarlo senza prima averlo finito. 

Una delle ragioni è forse l’epoca in cui è ambientato: sebbene io sia una grande fan dei romanzi storici ambientati in epoca Regency, trovo che quelli ambientati in era georgiana abbiano un’intensità impareggiabile.

Il motivo principale, però, è di sicuro la bravura dell’autrice, che sa intrecciare sapientemente delle storie d’amore e di passione con intrighi e misteri, che rendono questi romanzi veri e propri capolavori. Una scrittura brillante e arguta, descrizioni accurate ma non ridondanti e dialoghi acuti completano il quadro, rendendo i personaggi e le situazioni incredibilmente realistici.

Una storia nella storia

Un’altra cosa che adoro dei romanzi di questa serie è la scelta dell’autrice di collegare ogni romanzo a una leggenda, scrivendone un pezzo all’inizio di ogni capitolo.

Solitamente, si tratta di una leggenda che parla dell’amore, e di come l’eroina riesca a far ritrovare la strada dell’amore all’eroe protagonista.

Serie Maiden Lane: i Romanzi

La serie Maiden Lane è attualmente composta da 12 romanzi più tre novelle. In Italia, attualmente, ne sono stati pubblicati 11 (il dodicesimo uscirà in edicola ad agosto, sempre nella collana I Romanzi Passione di Mondadori).

Qui sul blog trovate le recensioni di alcuni di essi. Ecco la lista completa dei romanzi della serie Maiden Lane:

  1. Wicked Intentions – Maliziose Intenzioni – Lazarus e Temperance
  2. Notorious Pleasures – Bisticci d’Amore – Hero e Griffin
  3. Scandalous Desires – Un tesoro di Amore – Silence e Mickey
  4. Thief of Shadows – Amabile Segreto – Isabel e Winter
  5. Lord of Darkness – Maschera d’Amore – Godric e Megs
  6. Duke of Midnight – Il Duca di Mezzanotte – Maximus e Artemide
  7. Darling Beast – Eppure ti amo – Apollo e Lily
  8. Dearest Rogue – Mia Adorabile Canaglia – Phoebe e James
  9. Sweetest Scoundrel – Dolcissimo Furfante – Eve e Asa
  10. Duke of Sin – Duca dei Miei Peccati – Valentine e Bridget
  11. Duke of Pleasure – Duca dei Miei Piaceri – Alf e Hugh
  12. Duke of Desire – Duca dei Miei Desideri – Iris e Raphael (in uscita ad agosto 2018)

Le novelle

Ecco i titoli delle tre novelle collegate alla serie:

  • Once Upon a Moonlit Night (10.5)
  • Once Upon a Christmas Eve (10.7)
  • Once Upon a Maiden Lane (12.5)

 

Duca dei Miei Peccati

Duca dei miei peccati (I Romanzi Passione) Book Cover Duca dei miei peccati (I Romanzi Passione)
Maiden Lane
Elizabeth Hoyt
Fiction
Edizioni Mondadori
272
Duke of Sin

L'abbiamo incontrato più di una volta, lo sfuggente, enigmatico e pericoloso Valentine Napier, Duca di Montgomery, nel corso della famosa serie Maiden Lane. Adesso, stiamo per scoprire chi  sarà la donna che lo salverà da  sé stesso, sempre che ci  riesca...

Una governante molto particolare

Valentine Napier è un uomo senza cuore e senza scrupoli, capace di tutto pur di raggiungere i  suoi scopi. Quando il duca di Wakefield lo bandisce dalla Gran Bretagna, lui non  cede davvero all’ultimatum della sua  nemesi, ma si nasconde tra le mura della sua casa, dove scopre che la sua governante, l’integerrima Mrs. Crumbs, si aggira in modo  furtivo all’interno di casa sua. Cosa starà mi cercando?

Bridget si è fatta assumere dal potente duca di Montgomery per ritrovare delle lettere che l’uomo ha sottratto alla sua vera madre, un’aristocratica che l’ha abbandonata alla nascita, che teme le conseguenze che il contenuto delle missive avrebbe sulla sua reputazione, se esso fosse rivelato.

Un duca spietato

E non esagero quando dico  spietato. Val, cresciuto da  un padre crudele e da una madre che lo ha sempre odiato, ha imparato fin da piccolo ad estirpare i sentimenti più teneri dal suo cuore. Ogni sua mossa è attentamente calcolata per far sì che le cose volgano sempre a suo favore, ogni debolezza è bandita.

Quando qualcuno lo  avvelena, sa che l’unica persona  di cui si può fidare è la sua sfuggente governante, una donna che, con la sua incrollabile moralità, riesce ad intrigarlo come nessun’altra. E a farlo dubitare della sua incrollabile certezza di essere superiore a qualsiasi codice etico e morale.

Strani sentimenti

Per quanto cerchi di dimostrarle che di buono, in lui, non c’è proprio niente, Val non riesce a  staccarsi da quella donna enigmatica che finora ha rifiutato di rivelargli  persino il suo nome; sentimento ricambiato da Bridget che, nonostante sappia di doversi sentire disgustata da un uomo che compie azioni di una tale efferatezza ne è, suo malgrado, affascinata, e anche un po’ impietosita, per quell’infanzia che gli è stata strappata troppo presto.

Pericoli nascosti

Per quanto  sia depravato, Val non potrà mai raggiungere i livelli di depravazione del suo illustre genitore, un mostro che non si faceva problemi ad abusare di donne e bambini. Quando uno dei vecchi amici del padre di  Val gli chiede di seguire le orme paterne, val dimentica ciò che ha imparato molto tempo addietro: non mostrare  mai le proprie debolezze al nemico; non fargli capire quali sono le cose a cui si tiene di più. Un errore che potrebbe essere fatale tanto per Val quanto  per Bridget. Cosa accadrà quando arriverà la resa dei conti?


Duca dei  Miei Peccati (il  titolo non  rispecchia granché la personalità del  protagonista) è un romanzo intenso e complesso,  più difficile, e meno piacevole  da leggere rispetto a molti altri della  serie perché ha  per protagonista un personaggio estremamente controverso, quello del Duca di Montgomery, che è un cattivo a tutti gli effetti; se ce lo vogliamo dire, anche un po’psicopatico.

Val è un uomo senza alcuno scrupolo, dedito solo alla soddisfazione dei propri vizi e al perseguimento dei propri interessi, a qualunque costo e con qualunque mezzo. L’unica persona in grado di scalfire quella  corazza di gelida indifferenza è sua sorella Eve; tuttavia anche lei, dopo aver conosciuto d essersi follemente innamorata di Asa Makepiece, è decisa a recidere quel legame scomodo con  un uomo che ha fatto del male a così tante persone (se avete trovato spietato il marchese di Dain, sappiate che il duca di Montgomery è molto peggio) . È in questo contesto che fa il suo ingresso Bridget, l’unica altra persona,oltre ad Eve, che non teme il potente e malvagio duca, che ne resta intrigato e ammaliato.

La trama del romanzo, sebbene ogni tanto si perda un po’,e alcune vicende abbiano conclusioni a mio parere frettolose, è davvero coinvolgente ed intensa, forse anche troppo. Alcune parti del racconto,  come l’uccisione di un uomo da parte di Val o i racconti della sua infanzia, sono stati, per me, abbastanza disturbanti, rendendo la lettura un po’ meno piacevole di quel che mi sarei aspettata.

Nonostante questo, mi sento di consigliarvi la lettura di questo romanzo, che ha come tema principale la redenzione.

Chiudo con questa domanda: l’amore è una leva sufficiente per un cambio così radicale, repentino e permanente di personalità?