Troppo Bello per Essere Vero

Troppo bello per essere vero Book Cover Troppo bello per essere vero
Kristan Higgins
Fiction
Harlequin Mondadori spa
2012-06-27T00:00:00+02:00
340
Too Good to be True

Cosa fareste se doveste partecipare a un evento insieme al vostro ex e alla sua nuova fidanzata... che è anche vostra sorella?!

Grace, stufa di essere compatita da tutti, si è inventata un fidanzato. E non un fidanzato qualunque, ma un chirurgo pediatrico bello come il sole!

E la cosa ha funzionato. Dalla nonna in sedia a rotelle fino a Natalie, la sorella che si sente in colpa per averle rubato l’uomo, si sono bevuti la storiella di Wyatt, il suo nuovissimo e fighissimo fidanzato.

Al ladro!

Tornata a casa, felice e un po’ brilla, Grace si accorge di alcuni strani movimenti nella casa accanto alla sua: c’è un uomo che sta cercando in tutti i modi di entrare. Allarmata, Grace chiama la polizia ma, prima che questa possa arrivare, lo sconosciuto bussa alla sua porta; lei, in risposta, lo stende con una mazza da hockey. La mattina seguente, l’agente che ha risposto alla sua chiamata la informa che l’uomo che ha aggredito è il nuovo proprietario della casa di fianco alla sua.

Grace è mortificata, vorrebbe sprofondare per l’imbarazzo. Per farsi perdonare, decide di portare qualcosa in regalo al nuovo vicino, ma lui, a quanto pare non è in casa. Mentre sta tornando indietro, vede un rastrello a terra e decide di raccoglierlo: è in quel momento che il suo vicino decide di palesarsi e farle prendere uno spavento, finendo per ricevere un colpo di rastrello dritto in volto.

Grace l’aveva fatto di nuovo. Per la seconda volta, aveva aggredito quell’uomo che sprizzava sensualità da tutti i pori!

Per aggiungere il danno alla beffa, poi, Angus, il suo adorabile cagnolino, era riuscito a uscire di casa e adesso si era avventato sul suo vicino, che sembrava sempre più irritato.

Ladro no, ma galeotto sì!

Qualche giorno più tardi, Grace era finalmente riuscita a vincere l’imbarazzo per quella scena incresciosa, ed era tornata dall’uomo misterioso per scusarsi… Salvo scappare di nuovo a gambe levate quando lui le aveva confidato di essere un ex detenuto.

Dopo il primo momento di panico, Grace aveva deciso di seguire il consiglio della sorella Mags, che faceva l’avvocato, e aveva cercato il nome di Callahan O’ Shea su Google, scoprendo così che era finito in prigione per appropriazione indebita. Niente di grave, in fondo.

Nonostante qualche battibecco iniziale, le cose tra Grace e il suo sexy vicino continuarono a migliorare, finché non arrivò il momento di lasciare il povero pediatra. Da quel momento in poi, il clima tra lei e Cal si fece decisamente rovente, e, ben presto, la loro storia divenne sempre più importante.

Ancora tu

Almeno fino alla sera in cui Andrew, il suo ex, si presentò a casa sua, esprimendo la sua preoccupazione per la sua storia con un ex detenuto. Serata che si concluse con il fidanzato di sua sorella che la baciava.

Ovviamente, vista la sua fortuna, Callahan aveva assistito a tutta la scena, e le aveva chiesto spiegazioni. Quando Grace gli aveva confessato la storia del finto fidanzato, Cal si era infuriato, accusandola di aver mentito a lui e a tutta la sua famiglia, e se n’era andato.

Adesso Grace era punto e a capo: doveva presenziare al matrimonio di sua sorella con il suo ex fidanzato senza avere uno straccio di accompagnatore…


Se avete voglia di una lettura romantica e divertente, “Troppo bello per essere vero”, di Kristan Higgins, è certamente il romanzo che fa per voi!

La protagonista, Grace, è romantica e un po’ sfigata, specialmente quando si tratta di faccende di cuore: a tre settimane dalle nozze, il suo fidanzato si è accorto di non amarla più, salvo poi fidanzarsi con la sorella minore a qualche mese di distanza.

Per fare buon viso a cattivo gioco e far felice la sorella, la nostra protagonista decide di inventarsi un fidanzato, Wyatt il pediatra, appunto. La storia funziona alla grande e le permette di non farsi compatire dai parenti mentre, nella realtà, sta inanellando un appuntamento disastroso dietro l’altro.

Callahan, sebbene abbia un passato da detenuto, è un vero e proprio raggio di sole nel grigiore che è diventata la sua vita. Sebbene abbiano avuto un inizio piuttosto movimentato, ben presto scoprono di avere molto in comune (non solo a letto) e diventano una coppia affiatata. Almeno finché Andrew non torna a rovinare tutto.

Dopo essere stata lasciata da Callahan , infatti, Grace si rende conto che forse nelle sue parole c’è un fondo di verità, che non ha ancora smesso del tutto di soffrire per Andrew, e decide così di riprendere in mano la sua vita e fare dei cambiamenti drastici.

Se lei e Callahan torneranno insieme dovrete scoprirlo da sole. Quello che vi posso dire è che questa è una lettura davvero divertente e brillante, pregna di umorismo e ironia, che l’autrice ha saputo distribuire a giuste dosi un po’ per tutto il libro…

Buon divertimento!

Lo voglio!

Lo voglio! Book Cover Lo voglio!
Blue Heron
Kristan Higgins
Fiction
Harlequin Mondadori spa
2014-10-20T00:00:00+02:00
cartaceo, e - book
432
The Perfect Match

Il Principe Azzurro ha tante forme ... Anche quella di un professore universitario dall'aria trasandata!

La vita di Honor Holland scorre perfetta, come piace a lei: ha un lavoro appagante nell’azienda vinicola di famiglia, una migliore amica, una relazione segreta che spera si trasformi in qualcosa di più. Poi arriva il suo trentacinquesimo compleanno, e il suo ginecologo le dà una notizia devastante: le sue ovaie stanno invecchiando. Rapidamente. Se ha un uomo, meglio che si sbrighi a combinare qualcosa, altrimenti addio bambini!

Un guantone da baseball

È come se le parole dell’amico medico avessero gettato su di lei una maledizione. La sera in cui decide di prendere il coraggio a quattro mani, e di proporre il matrimonio all’uomo con cui ha una relazione segreta da anni, si sente rispondere dallo stesso che Honor, per lui, è come un vecchio guantone da baseball: comodo e da usare quando sta bene a lui. Cosa le resta da fare, se non lasciarlo e andare a confidarsi con Dana, la sua migliore amica?

Quello che Honor non immagina è che anche Dana sente ticchettare l’orologio biologico, e quando Honor lascia il suo “amico di letto”, gli si fionda addosso come un avvoltoio su una carcassa. La sera in cui lui la invita a bere qualcosa, salvo poi sbatterle in faccia il loro fidanzamento, non può fare a meno di vomitare loro addosso tutto il suo disprezzo.

Due piccioni con una fava

Tom è un professore universitario di nazionalità inglese che ha bisogno urgente di una moglie per ottenere il visto. Sua zia, amica di vecchia data della nonna di Honor, è decisa a fargli incontrare questo paragone di bellezza, certa, come la nonna di lei, che i due, insieme, faranno scintille.

Quando anche il padre di Honor la pugnala alle spalle, alleggerendole il carico di lavoro, dicendo che la figlia “ha bisogno di vivere“, Honor decide di incontrare questo Tom… Salvo scoprire che il professore universitario non è altri che l’ubriacone che si è complimentato con lei per la mortificante scenata che ha fatto a Dana e Brogan. E il suo comportamento durante l’appuntamento, poi, non lo redime di certo: trasandato e pure zoticone, altro che professore serio e posato!

Facciamo un tentativo

Quando Honor capisce che l’unico modo per riprendersi il lavoro è trovarsi un uomo, riconsidera Tom come possibile candidato, e decide di andare a vivere con lui, nonostante il parere contrario del padre, convinto che la figlia abbia preso una decisione affrettata; ma avendo perso metà del suo lavoro, e contando che il genitore sta per sposare la loro governante, Honor è certa che andarsene di casa sia la soluzione migliore.

Il rapporto tra Honor e Tom, fin da subito, si presenta decisamente ostico: se da una parte tra i due c’è un’innegabile attrazione, dall’altra ci sono anche due caratteri che faticano a conciliarsi. Entrambi hanno paura di scottarsi, di fidarsi completamente, e in un rapporto che si regge solo sull’apparenza, ciò pesa non poco.

Cosa succederà quando Tom riavrà il suo lavoro e Brogan si accorgerà che, dopotutto, Honor è meglio di Dana?

 


Lo voglio! è una bella storia d’amore in perfetto stile Higgins: leggera, frizzante e romantica!

La protagonista, Honor, è il ritratto della classica donna in carriera, che conduce una vita prevedibile e pianificata in ogni minimo dettaglio. Ad un certo punto, però, i suoi piani ben organizzati iniziano a saltare per aria, come tante piccole bombe, e Honor non sa più qual è la sua strada.

Di primo acchito Tom, il protagonista, sembra il classico professore sfigato e senza prospettive ma, conoscendolo meglio, ci accorgiamo che, nonostante i suoi difetti, è una persona dal cuore d’oro, capace di sacrificare tutto per battersi per ciò in cui crede davvero. Insieme, lui e Honor sono un po’ come l’acqua e l’olio, sembrano non avere niente in comune e la loro storia sembra destinata a finire ancor prima di iniziare, ma, come al solito, l’amore ci mette lo zampino!

Certo, come hanno sottolineato alcune lettrici, ai protagonisti manca un po’ della verve che contraddistingue altri romanzi di quest’autrice, ma o l’ho trovata comunque una lettura divertente e coinvolgente.

Se cercate un romanzo che vi faccia sorridere ed evadere per qualche ora, questo è il libro che fa per voi.

Lo trovi su:

 

Risultati immagini per banner internet bookshop