La famiglia prima di tutto

La famiglia Prima di Tutto Book Cover La famiglia Prima di Tutto
Sophie Kinsella
Mondadori
Febbraio 2019
331
I Owe You One

Il punto è che non riesco proprio a lasciar correre. Le cose fuori posto non mi danno pace. Le devo sistemare per forza. Qui e ora. 

Non per niente, mi chiamano Fixie. 

Fixie Farr è una ragazza ingenua e di buon cuore, sempre pronta ad aiutare gli altri, soprattutto i membri della sua famiglia. Da qui il soprannome Fixie, che si porta dietro ormai da tempo immemore.

“La famiglia prima di tutto”

È questo il motto sul quale il padre di Fixie ha sempre basato la sua vita; e la madre di Fixie guida il negozio di famiglia con la stessa filosofia, adesso che il marito è morto.

Dei suoi tre figli, quella che si impegna più di tutti per far funzionare le cose è Fixie. Mentre gli altri due figli sono andati per la loro strada, infatti, solo lei è rimasta a lavorare a tempo pieno in negozio.

La sua natura generosa, e le insistenze della madre, portano Fixie a cercare continuamente di compiacere Jake e Nicole, il fratello e la sorella, due individui piuttosto egoisti e concentrati solo su loro stessi.

Oltre a loro, ad approfittarsi della natura generosa di Fixie c’è anche Ryan, uno dei migliori amici di suo fratello, del quale lei è sempre stata perdutamente innamorata. Dopo una breve parentesi romantica, però, lui era volato in America per inseguire i suoi sogni hollywoodiani, dimenticandosi di Fixie. desso Ryan è tornato, e ha deciso che, dopotutto, non può assolutamente stare senza Fixie.

Ti devo un favore

Un giorno, mentre si trova seduta in un bar, uno sconosciuto chiede a Fixie se può dare un’occhiata al suo portatile. Mentre lui è via, il soffitto crolla e Fixie si tuffa sul portatile per proteggerlo.

Sebastian, questo è il nome dello sconosciuto, è proprietario di un’azienda e in quel portatile aveva dei documenti molto importanti, che, senza l’intervento di Fixie, sarebbero andati persi. Per ringraziarla, le scrive su un tovagliolo che potrà chiedergli qualsiasi cosa in cambio del favore enorme che lei gli ha fatto.

Fixie per tutti, nessuno per Fixie

Quando Ryan e il fratello di Fixie vengono a conoscenza dell’evento, spingono Fixie ad andare da Sebastian per chiedergli un lavoro per Ryan. Fixie, seppur trovandosi in imbarazzo, accetta e Sebastian, per ricambiare il favore, offre con riluttanza un lavoro a Ryan.

Nel frattempo la madre di Fixie ha avuto un malore e si è recata in Spagna dalla sorella per riprendersi, lasciando il negozio nelle mani dei figli e del cognato, un individuo avido e vanesio. Fixie si trova così impegnata a fronteggiare tutti i problemi creati dai suoi familiari egoisti, che rischiano di mandare in rovina il negozio.

Poi c’è Ryan, che è riuscito a farsi licenziare da Sebastian, convincendo Fixie che l’uomo abbia preso una decisione ingiusta perché geloso di lui.

Quando Fixie affronta Sebastian, però, viene fuori una verità ben diversa; e Fixie inizia a capire che qualcosa nella sua vita deve cambiare. La strada per liberarsi dai condizionamenti, però, sarà ancora lunga e faticosa.


La famiglia prima di tutto” è una commedia scritta con l’inconfondibile stile ironico e pungente di Sophie Kinsella. Io l’ho amata e l’ho odiata allo stesso tempo, perché non riuscivo a capire come la protagonista potesse accettare tutte le angherie che subiva dalla famiglia, dalla patetica scusa di uomo che è Ryan e dalla madre stessa che, invece di difenderla, continua a dirle di avere pazienza con il fratello e la sorella per tenere la famiglia unita. Perché per loro non dovrebbe valere la stessa cosa?!

A parte poche eccezioni tutti, in questo romanzo, si sentono superiori a Fixie e si approfittano del suo buon cuore e della sua natura generosa, infischiandosene di calpestare la sua dignità e i suoi sentimenti. Tutti tranne Sebastian, l’unico che la tratta davvero con rispetto e che, seppur involontariamente, la aiuta ad aprire gli occhi.

Fino a metà del romanzo, sfogliavo pagina dopo pagina sperando che la protagonista desse di matto e mandasse tutti a quel paese, ma ciò non avveniva mai, causandomi grande frustrazione. Ad un certo punto sono stata addirittura tentata di abbandonare la lettura poi, alla fine ho cambiato idea. La mia è stata una buona decisione perché ho potuto assistere alla presa di coscienza di Fixie, alla sua trasformazione in una donna più sicura, che finalmente decide di prendere in mano la sua vita e darle una svolta significativa. Forse in una maniera troppo pacata e poco soddisfacente, ma comunque efficace.

Ne consiglio la lettura? Sì, se vi piace lo stile di Sophie Kinsella; ma vi avverto, preparatevi a soffrire di una grande frustrazione per l’ingenuità esasperante della protagonista!

Inizia subito a leggere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: