Loading...
Romanzi Contemporanei

L’Estate delle Coincidenze

L'estate delle coincidenze Book Cover L'estate delle coincidenze
Ali McNamara
Fiction
Anagramma
2018
378
The Summer of Serendipity

Una casa che ha le porte sempre aperte. Un misterioso barcaiolo che arriva sempre nel momento del bisogno. Una procacciatrice immobiliare testarda e caparbia. Un direttore d'albergo bello ed enigmatico e un mistero da risolvere sono gli ingredienti principali di questo romanzo estivo.

Serendipity Parker, Ren per gli amici, è una procacciatrice di immobili. I suoi clienti le descrivono qual è la casa dei loro sogni e lei fa di tutto per trovargliela.

Il cliente che le ha affidato il suo attuale incarico, ha deciso di volere una casa nella bellissima e magica Irlanda. Così Ren, armata di una cartina, di una lista di case da visionare e della sua fedele e un po’ pazzerella assistente Kiki, parte alla volta del Paese di Smeraldo.

Pronte all’avventura

Kiki ha prenotato per lei e il suo capo una stanza allo Stag, il più bell’albergo del paesino di Ballykiltara, che si trova nella campagna irlandese, proprio sulle rive del bellissimo Lough Leane.

Appena arrivate, Kiki e Ren fanno conoscenza con il cordiale personale dell’albergo, di cui fanno parte il giovane Eddie, il tuttofare, e Finn, l’affascinante e misterioso direttore, i quali si riveleranno due preziosi alleati per le ragazze.

Il giorno seguente a quello del loro arrivo, Ren e Kiki partono alla ricerca della casa perfetta per il signor Dempsey, il loro cliente. Il loro itinerario, per quel giorno, prevede di inerpicarsi per le strade che compongono il cosiddetto Anello di Tara.

Nonostante non si aspettasse di trovare la casa giusta al primo colpo, Ren rimane comunque delusa che nessuna delle proprietà che hanno visitato sia quella che fa al caso loro.

Una giornata proficua

Su consiglio di un dipendente dell’albergo, nel loro secondo giorno di permanenza in Irlanda, dopo aver intrapreso il loro giro mattutino alla ricerca della casa perfetta senza avere successo, decidono di visitare il Castello di Rafferty.

Il programma prevede anche una bella gita in barca sul Lough Leane, per visitare l’Abbazia che si trova su uno degli isolotti. È proprio lì che si imbattono in Jackie, un gentile e anziano barcaiolo che si offre di portarle a destinazione. Lui conosce molte cose sui dintorni e sulle leggende del posto, ed è felice di raccontare ciò che sa alle due ragazze. Riesce anche a rivelare loro il nome della casa che si vede appollaiata sulla collina che si staglia sopra Ballykiltara, la misteriosa Welcome House.

Welcome House

Una volta messi gli occhi su Welcome House, Ren diventa come un cane con l’osso. Appena tornata a Ballykiltara, decide di andare a visitarla. Prova a bussare ma non risponde nessuno, così gira la maniglia e riesce ad entrare: la casa non è chiusa a chiave. Lei e Kiki fanno un giro veloce all’interno dell’abitazione e decidono che quella è la casa perfetta per il loro cliente.

C’è solo un piccolo problema: nessuno sa di chi sia. La leggenda vuole che Welcome House sia un rifugio per persone in difficoltà, che si rivela solo a coloro che hanno bisogno del suo aiuto. Nonostante sia tenuta in ordine e rifornita di tutto, però, nessuno sa chi sia il proprietario. Così Ren si trova al punto di partenza. Come si fa a comprare una casa da qualcuno che non si conosce?

Misteri, rivelazioni e nuovi amori

Intrigata dalla sua scoperta, Ren decide di estendere il suo soggiorno a Ballykiltara. Non è mai tornata da un cliente senza la casa giusta per lui e non lo farà neanche questa volta.

Solo che, anche con l’aiuto dell’affascinante ed enigmatico Finn, scoprire qualcosa su quella casa è praticamente impossibile. In pochi sanno davvero qualcosa e quei pochi che hanno delle informazioni sono restii a condividerle con una straniera.

Nel frattempo, attorno a Ren iniziano ad accadere strani eventi, che la portano a dubitare della sua scelta. Nonostante il cuore le dica di lasciar perdere, la ragione è di tutt’altro avviso e Ren ha imparato che bisogna sempre seguire la voce di quest’ultima.

Se il destino decide di metterci lo zampino, e un pizzico di magia, però, le cose potrebbero cambiare …


In queste ultime giornate d’estate mi è venuta voglia di leggere qualcosa di estivo, leggero e romantico e l’ho trovato ne”L’estate delle coincidenze“. Devo dire che quando trovo una trama che strizza l’occhio alle leggende, al mistero e alla magia sono sempre piuttosto intrigata, perciò ho deciso di acquistare il libro: non ne sono rimasta affatto delusa.

L’estate delle coincidenze è un romanzo ben scritto, con un bel ritmo, che riesce a coinvolgerti anche se la storia, a tratti, non convince fino in fondo. La trama fila via liscia ma le manca quel non so che di magico che la renderebbe davvero perfetta. Insomma, i personaggi, le loro storie, il mistero stesso che ruota attorno a Welcome House sono interessanti  e ben sviluppati, ma dall’inizio alla fine del libro si ha la sensazione che potrebbero essere qualcosa di più.

In ogni caso, è bella la storia d’amore tra Ren e Finn, ed è bella anche quella tra Kiki e Eddie. Il finale, poi, riserva ai lettori qualche sorpresa inaspettata, così come le storie di alcuni dei protagonisti.

Ho letto diverse recensioni negative, ma francamente non mi sento di stroncare così questo romanzo, che si è rivelato una lettura decisamente piacevole e che consiglio a chi voglia ricatturare un po’ di quella magia che solo le vacanze estive sanno portare con sé.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *