Loading...
Romanzi Storici

Lady per sempre

Lady per sempre (I Romanzi Classic) Book Cover Lady per sempre (I Romanzi Classic)
Rules of Scoundrels
Sarah MacLean
Fiction
Edizioni Mondadori
336
Never Judge a lady by her Cover

Trascinata nel fango da uno scandalo, è riuscita a prendersi la sua rivincita...

Voglia di redenzione

L’ultimo posto in cui Lady Georgiana Pearson desidera trovarsi è una sala da ballo londinese, tutta agghindata e pronta a sfidare le  malelingue per riprendersi quel posto in Società che ha perso quando, a sedici anni, è rimasta incinta senza essere sposata. Dopo che uno dei giornali scandalistici del magnate dell’editoria Duncan West ha pubblicato un cartone satirico su di lei e su sua figlia, però, Georgiana è costretta ad uscire dall’ombra per cercare un marito titolato che, un domani, possa aprire le porte del Ton a sua figlia Caroline.

Disposto a tutto

Duncan West non è un aristocratico, ma un uomo che si è fatto da solo, costruendo un impero che desse stabilità a lui e a sua sorella. Adesso, l’uomo da cui è fuggito tanti anni prima lo ha trovato, e minaccia di distruggere tutto ciò che lui ha così faticosamente creato. L’unico modo che ha per impedirlo, è rivolgersi a qualcuno che conosce i segreti di quasi tutta l’aristocrazia londinese: il misterioso Chase, proprietario dell’Angelo Caduto.

Fin dalla prima volta che ha visto Lady Georgiana tener testa da un gruppo di debuttanti, Duncan è rimasto affascinato da quella dama che non ha avuto paura di gettarsi tra le fauci spalancate del Ton. Quando scopre che lei altri non è che Anna, affascinante maitresse dell’Angelo Caduto, decide di proporle un accordo: i segreti di Tremley, l’uomo che lo minaccia, in cambio del suo aiuto per rientrare in Società e trovare un marito titolato.

Un accordo diabolico

Vedendosi scoperta, Georgiana non ha altra scelta che accettare, sebbene la crescente attrazione che prova verso Duncan le faccia venire voglia di fuggire il più lontano possibile. Non solo perché lui potrebbe scoprire il suo segreto, ma anche perché lei ha bisogno di un marito titolato, che possa far dimenticare al Ton il suo scandalo.

Peccato che il cuore abbia delle regole tutte sue, ben diverse da quelle dettate dalla ragione, regole che Georgiana e Duncan si troveranno costretti a seguire. Che ne sarà del loro amore?  E che ne sarà di Chase?


Eccoci arrivati alla fine di una delle serie romantiche più appassionanti degli ultimi anni. In molte ci siamo innamorate degli affascinanti e scanzonati proprietari dell’Angelo Caduto, e ci siamo domandate che cosa ne sarebbe stato del misterioso Chase, chi sarebbe stata la donna che lo avrebbe finalmente messo in ginocchio. Senonché, arrivate alla fine di Una verità per il Duca, non ci è stata rivelata la scioccante verità: il potente e temibile Chase è una donna.

Dopo il primo momento di sgomento, e un po’ di delusione, però, (almeno io) ho iniziato a chiedermi come e perché una dama dell’Alta Società sia diventata uno degli uomini più temuti e rispettati di Londra. A questa domanda risponde la prima parte del libro, che, nonostante le premesse forse poco confortanti, si tramuta in una storia che non si è in grado di abbandonare finché non la si è finita.
Prima abbiamo conosciuto Chase, adesso, man mano che il romanzo procede, impariamo a conoscere Georgiana e i suoi sentimenti e ci appassioniamo alla sua storia, sperando che riesca a trovare la  felicità, anche se sul suo cammino verso di essa sembrano esserci un po’ troppi ostacoli.

Ci saremmo aspettate Duncan West come protagonista maschile di questa storia? Probabilmente no. Tuttavia lui si rivela il protagonista perfetto: un uomo pragmatico, refrattario all’amore, che perde la testa per una donna misteriosa e piena di contraddizioni, disposto a tutto pur di liberarla dall’influenza nefasta del misterioso Chase. Fin quasi alla fine restiamo con il fiato sospeso, in attesa di scoprire se, e quando, Georgiana rivelerà la verità all’uomo che le fa battere il cuore.

Certo, poteva essere meglio, in qualche modo (sicuramente la traduzione del titolo: tanto è  acuto e calzante l’originale, quanto è scialbo e insignificante quello scelto per la versione italiana, forse  più verosimile, meno romanzato, ma io ci ho ritrovato la stessa scrittura spigliata, ironica e coinvolgente che caratterizza i romanzi di Sarah MacLean, ed è stato il degno finale di una serie che ci ha coinvolte fin dal primo momento.

Ma è davvero finita qui?  

Beh, sì, la Serie Rules of Scoundrels è finita qui. Dalle sue ceneri, però, ne è nata un’altra, altrettanto coinvolgente e appassionante, di cu vi ho già parlato. Il nome Sophie Talbot vi dice niente?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *