Loading...
Autrici Emergenti

La libreria degli amori impossibili

La libreria degli amori impossibili Book Cover La libreria degli amori impossibili
Elisabetta Lugli
Fiction
Newton Compton Editori
18 May 2017
cartaceo, e - book
256

Può una sola azione modificare il corso del destino?

Una ragazza come tante

Anna è una ragazza ordinaria, come tante,  con una vita scandita dalla routine che ama tanto. Il suo lavoro alla Stella Polare, una libreria che vende solo libri di nicchia, di proprietà di Adele,  una eccentrica e ricca signora appartenente all’Alta Società torinese, le dà un’immensa soddisfazione.

Come vi ho detto, la sua  vita è quella di tante ragazze, almeno finché il destino (per chi ci crede) non decide di metterci lo zampino: mentre è seduta al bar sotto casa sua a sorseggiare un caffè, Anna legge sul giornale la sconvolgente notizia che Claudia, sua migliore amica ai tempi dell’università, è stata investita da un’auto e versa in gravi condizioni.

Una sola azione può cambiare il corso del destino?

È quello che continua a chiedersi Anna dopo essere uscita dall’ospedale: alla fine, in nome dell’amicizia che le ha legate per tanto tempo, si è decisa ad andare a trovare Claudia; non poteva di certo immaginare quanto quella visita avrebbe sconvolto la sua vita!

A causa dell’incidente, infatti, Claudia ha capito che il nostro tempo su questa terra non è infinito e ha deciso di ripulirsi la coscienza, confessando ad Anna che la rivelazione che le aveva fatto circa il tradimento dell’allora fidanzato di lei, Luca, era solo una bugia, un espediente per fare che si lasciassero e avere campo libero per conquistarlo.

Anna ne è rimasta sconvolta perché Luca è stato il suo unico, grande, amore e la notizia del suo tradimento, che l’ha convinta a lasciarlo, è stata per lei un colpo durissimo. Per questo continua a chiedersi cosa sarebbe successo se Claudia non avesse raccontato quella bugia: lei e Luca sarebbero ancora insieme?

La Stella Polare

La Stella Polare è il centro della vita di Anna ed è proprio qui che entra per caso Luca, guarda caso nello stesso giorno in cui è andata a trovare Claudia in ospedale. Anna interpreta questo avvenimento come un segno del destino, e decide di raccontare a Luca  della sua sconvolgente scoperta e di  rimettere in discussione la sua intera vita, arrivando addirittura a lasciare Edo, il suo attuale fidanzato.

All’improvviso l‘ordinata e ordinaria vita di Anna subisce uno scossone e precipita nel caos: oltre alla confusione che si è creata nella  sua vita affettiva, infatti, si ritrova a dover gestire tutta da sola la libreria, perché Adele ha deciso di fare una lunga vacanza, e a fare i conti con l’improvviso ritorno del padre, vagabondo di professione. Tutte queste novità sono ciò che le serve per rimettere ordine nella sua esistenza e scuotersi dall’apatia che si era impossessata di lei.

Una lettera giunta all’improvviso, poi, sarà la spinta definitiva per Anna, quella che le consente di decidere finalmente cosa vuole fare da grande.


Un bellissimo romanzo di esordio per un’autrice che ci regalerà sicuramente tante altre emozioni. 

La libreria degli amori impossibili, forse, non può neanche definirsi propriamente un romanzo d’amore, che qui non è il tema principale della storia; o, almeno, non il solo. Insieme a lui, infatti, l’altro grande protagonista di questo racconto è il destino.

È possibile  che la nostra vita sia già scritta? Ed è possibile  che una singola azione compiuta da una singola persona ne possa cambiare irrimediabilmente il corso? Queste sono le domande che si pongono Anna e gli altri personaggi, mentre le loro vite, come quelle di tutti noi vengono stravolte da gioie, dolori e avvenimenti imprevisti.

All’interno del romanzo, infatti, si intrecciano le vite e le storie di tante persone: c’è Edoardo, che per anni si aggrappato ad una donna che non lo amava abbastanza; ci sono Anna e Luca, che si sentono derubati di una vita che avrebbero potuto trascorrere insieme; c’è Giulia, la migliore amica di Anna, che nasconde nel suo cuore un segreto doloroso; ci sono i genitori della protagonista,  legati da un’amore così forte da lasciarli liberi di vivere vite separate. E poi c’è lei, Adele, che inizia il romanzo come un personaggio di poca importanza e lo conclude quasi da protagonista: è lei che ci regala il racconto di una vita ingrata e beffarda, che le ha regalato più dolori che gioie e che, alla fine, lei prova a gabbare con un gesto tanto plateale quanto del tutto inaspettato.

Quella di Anna  e delle persone che gravitano attorno a lei è una storia perfetta per tutti coloro che amano porsi domande sulla vita e sul futuro, che credono nella filosofia del “nulla viene per caso” e, soprattutto, per coloro che amano i finali imprevisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *