Loading...
Romanzi Storici

Le nostre eroine preferite

Se dovessero chiedermi una ragione per cui amo tanto leggere i romanzi rosa, sia storici che contemporanei, è la forza delle loro eroine.

Nei romanzi delle mie autrici preferite, le protagoniste non sono mai delle timide violette, appiccicose e delicate, ma sono delle leonesse: forti, indipendenti, con le idee chiare… E pronte ad affrontare tutte le sfide che la vita mette loro davanti.

Donne ordinarie capaci di affrontare le avversità, eroine romantiche che sanno tenere testa a chi vorrebbe buttarle giù, e anche ai loro uomini, che molte volte sono personaggi anch’essi dotati di forti personalità.

Le eroine dei miei romanzi preferiti non si possono racchiudere in una categoria, un po’ come si fa, e come fanno gli altri, con noi stesse: non sono casalinghe, femministe, donne sottomesse… Non sono avide di denaro, gioielli, beni materiali, ma solo di amore.

Sono “solo donne“, capaci di farci emozionare, arrabbiare, piangere, ridere… Tutto nello spazio di un libro.

Le eroine dei romanzi storici sono belle perché affrontano la loro epoca con dignità, e, a volte, con spirito ribelle e sprezzo delle convenzioni. Qualità  che noi tutte sogniamo di avere, ma che non sempre riusciamo a far emergere.

Le eroine dei romanzi rosa non sono personaggi infallibili, tutt’altro, ma imparano dai loro errori, maturano apprendendo lezioni dalle vicende della vita. E noi riflettiamo, sbagliamo e maturiamo con loro.

Certo, la vita reale è ben diversa da quella di un romanzo, ma immergermi tra le pagine di un libro mi aiuta a sognare anche quando nella mia vita ci sarebbe ben poca ragione per farlo, ad emozionarmi quando non trovo niente per cui ne valga la pena, a sorridere quando sono triste e a tirarmi su di morale quando sono giù.

E quando incontro qualche eroina davvero forte, penso “Questa donna potrebbe diventare la mia migliore amica“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *